LUCI ED OMBRE

LUCI ED OMBRE

mercoledì 2 novembre 2011

ti voglio bene papà

L'altra notte ho sognato mio padre .... mio padre non c'è più ... se n'è andato due anni fa ... nel giorno prima di ferragosto .... durante le feste ... in modo silenzioso lui era un tipo che parlava poco gli bastava un sorriso uno sguardo due parole e tutto era chiaro ... si è ammalato di S.L.A. una malattia atipica per le persone della sua età una malattia che gli ha tolto ciò che più amava al mondo dopo noi figli , la libertà di viaggiare e camminare a piedi ... Nel sogno ero su un aereo con alcuni componenti della mia famiglia ... mio padre sedeva accanto a mia madre, io ero consapevole del fatto che nessuno potesse vederlo ... eppure lui era lì reale .... mi sono avvicinata per abbracciarlo e mentre lo stringevo forte tra le braccia ho guardato mia madre e vedendola stupita le ho chiesto se lei fosse in grado di vederlo e lei mi ha risposto di no ....la cosa mi ha sorpreso ma non rattristato perchè egoisticamente io potevo abbracciarlo e questo mi bastava .... un sogno molto bello a mio modo di vedere .... io ero molto felice e mi sembrava davvero di stringere mio padre tra le braccia .... d'altra parte coccolarmelo era una cosa che facevo spesso ... lo riempivo di baci e lui mi guardava con quell'aria bonaria di chi finge di sopportare ma in realtà è ben lieto di sottomettersi a quella dolce tortura :) ... mi manca mio padre e lo sogno spesso e questo mio sognarlo, per me che non sono granchè credente, è come andarlo a trovare o ricevere una sua visita ... è quel legame forte tra me e lui che c'è sempre stato e che neppure la morte è riuscita a recidere ... è come un urlo forte che squarcia l'infinito solo per dirgli :"Ti voglio bene papà!"

6 commenti:

  1. Ho già letto e riletto più volte questo post, e non ti nascondo sia la grossissima emozione che mi hai regalato parola per parola, sia anche un po' di invidia, perché anche a me piacerebbe sognarlo un po' di più, o forse ricordare di più i sogni con lui. In due anni ne ricordo soltanto uno...sob, troppo poco! Anche lui ti vuole bene...e anche io e Maria ne vogliamo a lui e...ne vogliamo anche a te :) Un bacio

    RispondiElimina
  2. Devo dire fratellone che anche io te li invidierei... anche se al risveglio sono molto dolorosi ...ma durante i miei sogni io sono con lui ed è meraviglioso .... il suo bene è nell'aria che respiriamo ogni giorno e si sente forte!!

    RispondiElimina
  3. Un commento rapidissimo... ti voglio bene Regina! :-* ♥ Sei un'amica speciale. ♥

    RispondiElimina
  4. Avevo voglia di commuovermi e piangere un po' prima di partire, e nello stesso tempo di cercare qualcuno che mi proteggesse durante il viaggio...lo sai sorellina che io prima di ogni viaggio ho sempre paura, anche se ho viaggiato tanto! E allora...e allora rileggere questo dolcissimo pezzo era la soluzione giusta...commozione e protezione da parte di papà! Ti voglio bene Regi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche papà come te ogni volta che partiva recitava sempre il proverbio che partire è anche un po' morire ... stava nervoso ed malinconico ...e queste senzazioni lo accompagnavano fino alla partenza poi era preso dalla eccitazione dell'arrivo .... e la gioia del viaggio ritornava a scorrere in lui .....come sempre vorrei essere con voi e con il cuore ci sono .... così come c'è anche papà ... ce lo portiamo dentro dovunque andiamo ....stretto nel nostro cuore e nella nostra mente .... Abbiamo provato a chiamarvi ma sarete in giro per le ultime cose .... abbronzatevi anche con me ci sentiamo dopo o domani ..bacione !!

      Elimina
    2. Ti voglio bene anche io ma tu lo sai già..... <3 < 3 <3

      Elimina